#focuspuglia: raccontare Bari emozionando il turista, stakeholder e operatori collaborano per una nuova narrazione

In questi giorni abbiamo partecipato ad un vero e proprio tour che ha attraversato tutta la Puglia: quattro giorni di focus group in sei appuntamenti con stakeholder e operatori turistici. Gli incontri sono iniziati a Foggia e via via ci siamo spostati verso sud raggiungendo Barletta, Taranto, Brindisi e Lecce per finire ieri mattina nel capoluogo di regione, Bari.

focus_bariIl progetto bottom-up “DUAL CORE  (& CARE)”dello Studio Giaccardi & Associati è stato accolto con grande entusiasmo dagli addetti ai lavori di Bari. I ricercatori hanno presentato i risultati dell’indagine di campo svolta tra giungo e luglio, l’analisi del sentiment online e delle conversazioni su questo blog.

Dopo lo studio di questi mesi, il lavoro culminerà con il Forum territoriale previsto verso la metà del mese di novembre.

“QUALITA’ DELLA DESTINAZIONE, SVILUPPO BUSINESS E CRESCITA SOCIALE” il tema guida che ci ha accompagnati in questo tour, è stato anche ieri al centro del dialogo: la partecipazione è stata molto ampia e tutti i presenti hanno dato il loro contributo felici di portare le proprie testimonianze e di collaborare insieme per lo sviluppo della Regione.

Come negli altri incontri il progetto bottom-up “DUAL CORE  (& CARE)” messo in atto dallo Studio Giaccardi & Associati è presentato nella sua interezza: iniziato lo scorso aprile è giunto ora alla quarta fase dopo l’indagine di campo svolta tra giungo e luglio, l’analisi del sentiment online e delle conversazioni su questo blog.
L’ultimo appuntamento con cui culminerà il lavoro di questi mesi sarà il Forum territoriale previsto verso la metà del mese di novembre.

La città di Bari accoglie viaggiatori durante tutto l’anno, principalmente perché è sia meta di vacanze estive, sia città di business ed eventi fieristici. Chi passa nelle stagioni fredde dovrebbe avere la possibilità di conoscere la città in tutta la sua bellezza e le sue tipicità, per questo motivo è stata proposta la creazione di un museo multimediale in cui chi raggiunge il capoluogo possa “visitarne” ed esperirne tutte le peculiarità 365 giorni l’anno.

Bari è una città di cultura in cui le startup propongono innovative visite guidate basate sulla gamification e chiedono di aver maggior collaborazione da chi gestisce musei e monumenti perché siano aperti e fruibili sempre.

Un settore del turismo che si sta sviluppando soprattutto negli ultimi anni e che cerca sostegno per la promozione è la nautica. In una città che abbraccia il mare è necessario prima di tutto creare rete tra i tour operator che propongono pacchetti turisti e chi offre turismo su barca, è poi importante creare un collegamento con le città limitrofe della costa per sviluppare una vera e propria “rete portuale del turismo” e partecipare a fiere di settore in tutto il mondo per promuovere i progetti messi a punto.

Non solo mare ma anche entroterra: le colline alle spalle di Bari sono popolate di cittadine uniche nel loro genere con prodotti tipici di prima categoria che troppo spesso vengono dimenticate nella promozione al turista preferendo spiagge e onde. Promuovere di più la zona, incentivare i trasporti verso l’interno e collegare le masserie e i piccoli Bed&Breakfast devono essere focus su cui puntare, dando spazio a una serie di attività già messe in moto nei territori come il ciclo turismo o il settore del wedding.

Uno dei punti cruciali di cui si è parlato è stata la cultura dell’accoglienza: bisogna “promuovere la Puglia in Puglia”, creare un rapporto diretto con gli abitanti di tutti i paesi perché lavorino in collaborazione con chi si occupa di servizi al turista, il turista è una risorsa speciale da coccolare e non da vedere come “occupatore di parcheggi”. Fare team su vari livelli, in collaborazione con i diversi assessorati per creare una narrazione comune del territorio basata sullo storytelling e sull’emozione.

Un incontro stimolante, ricco di spunti pratici e collaborativi che abbiamo raccolto in queste righe facendo emergere i principali interventi e i punti salienti su cui si è interagito per lo sviluppo di un progetto comune.

Ringraziamo tutti i partecipanti a questo finale focus group e li invitiamo a proseguire il dialogo su questa piattaforma oltre che offline negli incontri di programmazione.

Scrivi un commento

  • (will not be published)