Diamo spazio e valore al turismo accessibile

Sappiamo tutti che viaggiare è un piacere e dona libertà a tutti noi… ma c’è chi nel “viaggiare” incontra difficoltà per organizzare la vacanza che desidera, per trovare itinerari adatti e accessibili, ristoranti ad hoc per persone con esigenze specifiche ecc ecc.

La mia proposta è quella di creare sportelli d’informazione su tutta la Puglia, in particolare dedicato all’accessibilità. Gli addetti agli sportelli informazione dovranno essere capaci di fornire informazioni (bar, ristoranti, hotel ecc… tutti rigorosamente accessibili della Puglia) e soprattutto non solo le informazioni dovranno essere garantite in lingua (italiano, inglese, francese, tedesco ecc) am anche con l’utilizzo, qualora ci sia richiesta, della Lingua dei segni italiana.

La lingua dei segni (e non linguaggio come viene definito) è il mezzo di comunicazione con cui i sordi comunicano tra loro, in quanto poiche è una lingua, contiene sintassi, morfologia, semantica… insomma tutto ciò che una lingua possiede.

Per questo, farsì che una persona a livello linguistico si formi, è necessario che conosca non solo le “classiche” lingue (anche perchè stiamo vedendo che la Puglia in estate ha molto successo) ma che intraprendi anche la conoscenza della LIS. Sapere una lingua come questa fa molto, perchè si entra a contatto con altre persone che vogliono servizi ad hoc senza riscontare troppi problemi nel chiedere aiuto.

In più, creare eventi in tutta la Puglia, dal gargano fino in salento, liberi da barriere architettoniche e accessibili, renderebbe il tutto più sereno e felice il soggiorno in Puglia per quei turisti disabili.

Una risposta a “Diamo spazio e valore al turismo accessibile”

Scrivi un commento

  • (will not be published)