Un codice deontologico che regoli il turismo il Puglia

A mio parere è necessario creare un vero e proprio “codice deontologico”, una sorta di regolamento che non deve essere inteso come un controllo, ma come punto di riferimento per gli operatori del settore, un modo per tenere alto lo standard qualitativo del turismo in Puglia. Questo permetterebbe agli aspiranti operatori turistici di avere delle linee guida e non di commettere errori che potrebbero ripercuotersi sull’immagine complessiva del settore. Accanto al codice deontologico, dovremmo creare anche un “vademecum dell’operatore turistico” che serva per informare e guidare il turista, facendo luce in modo imparziale sui diritti e sui doveri di chi visita la nostra regione. Turisti e operatori non devono trasformarsi né in vittime né in carnefici, ma essere fedeli ai loro ruoli che sono assolutamente complementari e rispettare le regole basilari che garantiscono un buon funzionamento del sistema turistico.

Scrivi un commento

  • (will not be published)