Creazione di una rete o un marchio di “Sagre di qualità”

Il turismo enogastronomico è uno dei fiori all’occhiello della nostra Regione e negli ultimi tempi muove grandi flussi turistici verso le cosiddette sagre.

Spesso del termine “Sagra” vi è un certo abusivismo, nel senso che alcune volte il termine ha un uso improprio per esempio quando si organizza una sagra di un prodotto che non ha uno stretto legame con il territorio, o che addirittura verrebbe importato.
Ci sono però eventi enogastronomici e sagre che invece rispettano in pieno tutti i canoni del termine Sagra e che meriterebbero maggiore visibilità.

Spesso le sagre sono l’occasione per destagionalizzare l’offerta turistica. Promuovere i prodotti autoctoni per permettere che arrivino sulle tavole dell’Italia e del mondo, attraverso gli eventi enogastronomici e sagre di qualità.

Sarebbe quindi utile creare una formula o un marchio che metta insieme tutte le sagre di qualità della Regione, che rispettino i canoni della produzione autoctona e dell’organizzazione in sè dell’evento.
Attraverso la rete delle sagre di qualità si potrebbe offrire maggiore visibilità alle stesse creando un calendario di appuntamenti tematici da promuovere in Italia e all’estero.

Scrivi un commento

  • (will not be published)