Recuperiamo i nostri borghi con strutture ricettive orizzontali: l’Albergo Diffuso

Percorrendo le viuzze dei nostri centri storici molto spesso noto molti cartelli con la scritta “vendesi” o case storiche disabitate da anni. Ecco il turismo che vorrei in Puglia deve mettere al centro il recupero e la valorizzazione dei centri storici creando perché no alberghi diffusi. L’albergo diffuso, come dice l’amico Giancarlo Dall’Ara, è un albergo orizzontale, un progetto di ospitalità integrato nel territorio, nella sua cultura e nella sua comunità. Ipotizzo anche una unione tra case vacanza attigui per la creazione di un grande albergo diffuso che abbia una capacità di commercializzazione maggiore e che possa anche fare incoming internazionale facendo vivere agli ospiti la vera esperienza pugliese. Vorrei che in Puglia si facesse impresa così pensando al recupero piuttosto che al nuovo, pensando alla comunità piuttosto che al singolo, pensando al territorio, alla cultura e alla biodiversità piuttosto che alla standardizzazione.

Una risposta a “Recuperiamo i nostri borghi con strutture ricettive orizzontali: l’Albergo Diffuso”

  1. gianfranco disanto il

    Ciao Domenico,
    ho letto la tua idea è la condivido pienamente, il recupero e la valorizzazione di quello che abbiamo in tutti gli ambiti sarebbe la migliore riuscita per avere un ulteriore offerta turistica.
    Il recupero di tante case, locali, depositi abbandonati in molti centri storici, porterebbe a generare una economia che parte dalla ristrutturazione per finire alla ricezione turistica, e di conseguenza il recupero di tante realtà abbandonate porta a rendere più belli , più igenici, più vivibili diversi centri storici.
    Bisogna stimolare i singoli proprietari privati a credere nel recupero e nel turismo o creare una cooperativa che si occupi dall’acquisto al recupero per finire all’offerta turistica.
    Ovviamente a Alberobello con tutto il contesto territoriale, immaginare di recuperare sia abitazioni, percorsi, strade panoramiche, prodotti tipici sarebbe veramente quello che vorrebbero tutti.

    Rispondi

Scrivi un commento

  • (will not be published)