Puglia Tourism Update – appuntamenti per e con gli operatori

Sei incontri organizzati da Pugliapromozione con il contributo scientifico di BTO Educational su travel e innovazione in sei diverse location in Puglia

Come fare per far meglio nel turismo in Puglia?  E’ la domanda a cui dare una risposta con Puglia Tourism Update 2015, proposto da Pugliapromozione: un ciclo di SEI seminari gratuiti, in SEI location, Vieste, Barletta, Monopoli, Ostuni, Taranto, Lecce, in quattro date differenti nel mese di maggio.

Il principale obiettivo di Puglia Tourism Update è un aggiornamento molto pratico per operatori e istituzioni sui temi del turismo digitale, realizzato in collaborazione con   BTO – Buy Tourism Online (l’evento di riferimento sul rapporto tra travel e innovazione, che si svolge ogni anno a Firenze).   Puglia Tourism Update fornirà una vera e propria “cassetta degli attrezzi” del Turismo 2.0, utile per affrontare la competizione on-line, maneggiare la reputazione sul web, utilizzare i nuovi strumenti di promozione digitale messi a disposizione dalla Regione Puglia.

Uno degli strumenti strategici sarà infatti proprio il nuovo viaggiareinpuglia.it, il portale “ufficiale” del turismo progettato da Pugliapromozione, che completa l’ecosistema digitale a sostegno della Destinazione Puglia, on-line dalla prossima settimana.

I sei appuntamenti (mezza giornata, mattina o pomeriggio) sono costruiti secondo un format uguale per tutti anche se gli argomenti trattati dagli esperti variano: nei primi venti minuti curati da Robert Piattelli, co- founder di BTO educational , troviamo  “il pubblico si presenta”, per far comprendere agli speakers il pubblico a cui ci si rivolge; seguono 50 minuti con Pugliapromozione che  in occasione del rilancio della nuova versione del portale viaggiareinpuglia.it, presenta strumenti, azioni, progetti, idee e persone dell’Ecosistema dell’offerta turistica della Destinazione Puglia; infine la terza parte  del seminario[50 minuti] è una “Cassetta degli Attrezzi”, diversa in ognuno degli appuntamenti per argomento e speakers, con esempi pratici e riferimenti a buone pratiche che possano favorire gli operatori del settore turismo; cinque a cura di BTO Educational su Revenue Management, Distribuzione del Prodotto Turistico, Reputazione, Facebook & Twitter per il Turismo e Coopetition, ed un sesto sulla notorietà e capacità attrattiva del brand Puglia gestito da SWG. Al termine di ognuno degli slot, spazio per un confronto tra pubblico e speakers.

Questo primo ciclo di seminari Puglia Tourism Update si rivolge a operatori della lunga filiera turistica, in particolare quella ricettiva, operatori del food, della cultura, governance del Turismo dei territori, in particolare quello che ruota attorno al Distretto produttivo del turismo pugliese e gli S.T.L. locali, individuati nel modello di governance del turismo di Regione Puglia come i principali interlocutori per la “pianificazione strategica della promozione e commercializzazione, in relazione a specifici mercati e/o prodotti“. Inoltre i seminari si rivolgono anche a portatori d’interessi collettivi, a chi studia e fa ricerca e a chi lavora e lavorerà nel marketing turistico.

E’ consigliata la REGISTRAZIONE ONLINE   su www.pugliatourismupdate.it dove trovate anche il calendario degli incontri.

Il primo appuntamento di Puglia Tourism Update 2015 è stato il 12 maggio, a partire dalle 14.50 a Vieste ospiti dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Fazzini-Giuliani”, un Istituto Tecnico a indirizzo Turistico. Luciano Scauri, SKL International Consulting, ha parlato di come una struttura ricettiva, anche piccolina, può ottenere le indicazioni strategiche dai dati a propria disposizione, come raccoglierli e organizzarli a costi contenuti. Insomma i fondamentali del Revenue Management esposti in modo semplice chiaro efficace per essere applicati subito, senza investimenti impegnativi in tecnologia.

Il giorno dopo, mercoledì 13 maggio inizio alle ore 9.50 a Barletta, ospiti del Castello Svevo –su Distribuzione del Prodotto Turistico  con Robi Veltroni – publisher Officina Turistica, con uno  speech sui cambiamenti più significativi del settore turistico a livello di mercato, distribuzione, prodotto, organizzazione e marketing. Robi Veltroni ha sperimentato dal di dentro la rivoluzione del sistema della distribuzione e della commercializzazione provocata dal web 2.0 e quindi dalla diffusione dei social network, vivendola da manager e direttore marketing di strutture ricettive.

Sempre mercoledì 13 maggio Puglia Tourism Update 2015 si è spostato a Monopoli per la sessione pomeridiana, della giornata, ospiti dell’Auditorium “Musica Dattracco”, dedicata al tema della Reputazione, con Varner Ferrato e Nicola Zoppi, Co- Founder Mind Lab Hotel, con una “Cassetta degli Attrezzi” molto operativa su  “come fare per” e “come fare per fare meglio.

Le prossime tappe

A Taranto il 25 maggio,inizio ore 9.50, ospiti della Caserma Rossarol [ex Convento di San Francesco], uno dei luoghi più fascinosi della città, il tema sarà Facebook & Twitter per il turismo con Rocco Rossitto, giornalista e Co-founder dieci cose #ilwebinpratica. Ha senso oggi in Italia per un operatore turistico investire tempo e/o soldi su Facebook & Twitter per raggiungere i suoi potenziali clienti? Come, quando e perché è utile promuovere i propri contenuti su Facebook e quale ritorno è possibile prevedere (e successivamente calcolare!) da una campagna pubblicitaria e del tempo riservato su Facebook e Twitter. Buone pratiche per capire ed imparare ad usare una risorsa utile, ormai assolutamente necessaria nella nostra, quotidiana, social media strategy.

A  Lecce, a Palazzo Turrisi, sempre il 25 maggio nella sezione pomeridiana il tema sarà invece Brand Puglia, seconda indagine SWG sulla notorietà e capacità attattiva del Brand Puglia presentata da Renzo Risso – direttore sceintifico di SWG. Ad Ostuni l’ultimo appuntamento il 26 maggio,inizio 9.50,  con  Roberta Milano – co-founder BTO Educational – e Gigi Tagliapietra, Mastro Tecnologo: il tema è coopetition. “…Il termine “coopetition” mette insieme “cooperazione” e “competizione”. Sta ad indicare un approccio al mercato nel quale una molteplicità di soggetti indipendenti collaborano su alcuni aspetti, competendo su altri. Nel campo dell’innovazione digitale, anche nel turismo, (sia nel pubblico che nel privato) abbiamo bisogno di creare ecosistemi coopetitivi, nei quali, sulla base di standard concordati e omogenei, una molteplicità di attori deve poter operare in competizione, nell’interesse di tutti gli stakeholders coinvolti.

Scrivi un commento

  • (will not be published)