Nel congressuale uniti si vince

Vorrei che le imprese pugliesi impegnate nel turismo congressuale si unissero in uno sforzo comune per presentare alla domanda internazionale questa nostra meravigliosa destinazione.

È la destinazione che gli organizzatori internazionali di congressi e incentive individuano per prima, e la scelgono se scoprono poi che è dotata di strutture, servizi, infrastrutture all’altezza delle loro esigenze, nella maggior parte dei casi dopo averla messa in concorrenza con diverse altre mete.

Vorrei che le nostre imprese del congressuale assorbissero questo semplice punto: nel mercato internazionale uniti si vince. Siamo ricchi di strutture di livello così come di professionalità evolute e di tanta esperienza nel settore. E tutti coloro che ci lavorano da tempo sanno che per attrarre questi flussi non bastano le bellezze artistiche, naturalistiche, gastronomiche, perché prima di tutto è necessario dimostrare di poter accogliere con competenza questi gruppi dalle esigenze particolari e superiori a quelle del turista.

Il mercato congressuale internazionale non solo è molto ricco ma è anche costantemente alla ricerca di nuove destinazioni. E i frutti dell’investimento di presentarsi come destinazione possono essere molto abbondanti: l’aumento dell’attività nei mesi meno turistici, la presenza di gruppi dotati di capacità di spesa molto superiore a quella del turista standard, il posizionamento stabile in un mercato molto grande, le ricadute sugli altri segmento del mercato turistico.

Per arrivare a questi risultati è però necessario che sia la base a muoversi. Il movimento deve essere “sentito” dagli operatori e non imposto dall’alto. Confido che questo sentimento si sviluppi rapidamente così che gli operatori possano beneficiare di queste

Una risposta a “Nel congressuale uniti si vince”

Scrivi un commento

  • (will not be published)